Nell’olio di canapa sono presenti diversi principi attivi, tra cui gli acidi essenziali omega 3 e il selenio, molto importanti per la salute. Questo lo rende un eccezionale integratore naturale. Scopriamo perché.

L’olio di semi di canapa sativa contiene molti principi importanti per la salute, tra cui omega 3 e selenio. Ma perché ti vogliamo parlare proprio di questi due elementi? A rispondere sono diversi studi medici che hanno confermato l’importanza degli omega 3 e del selenio per il corretto funzionamento del nostro organismo.

Gli omega 3 sono acidi grassi polinsaturi essenziali, molto utili per prevenire le malattie cardiovascolari e alcune malattie infiammatorie. Il selenio, invece, è un oligoelemento e un micronutriente essenziale per l’uomo, presente nel corpo nella quantità di 13-30 mg. E’ un potente antiossidante, previene malattie cardiache e aiuta a regolare la tiroide. Il selenio svolge inoltre un ruolo antagonista nei confronti dei metalli pesanti come il mercurio, il cadmio e l’argento e può contribuire a ostacolarne l’accumulo nel corpo.

Prima di esaminare a fondo tutte le proprietà degli omega 3 e del selenio nell’olio di canapa come integratore naturale, scopriamo cos’è la canapa sativa, ricca di questi elementi, e come viene coltivata.

Cos’è la canapa sativa?

La canapa sativa è una varietà della cannabis sativa, una pianta preziosa e utilizzata in passato soprattutto per scopi industriali.

Dalla pianta di canapa sativa possono essere estratti diversi composti. L’olio di semi di canapa, come si evince dal nome, è estratto dai semi della pianta che sono commestibili e contengono moltissimi elementi benefici per l’organismo, tra cui gli omega 3. Il selenio, invece, è assorbito dalla pianta direttamente dal terreno; per questo motivo non tutti gli oli ne sono provvisti. L’olio di canapa Savita deriva dalle coltivazioni di Piandelmedico, terreni privi di metalli pesanti e tossici ma ricchi di selenio.

Olio di canapa e omega 3: cos'è la canapa sativa e come viene coltivata

Come vengono coltivate le piante di canapa

Non tutte le coltivazioni di canapa sono uguali. A fare la differenza sono il terreno su cui vengono coltivate, il metodo di irrigazione e i fertilizzanti utilizzati, nonché, nelle fasi successive della filiera produttiva, la falciatura e il metodo di spremitura dell’olio.

Le piante di canapa da cui viene estratto l’integratore naturale Savita crescono sui terreni di Piandelmedico, certificati come privi di metalli pesanti nocivi e ricchi invece di selenio. Non viene fatto uso di irrigazione intensiva e di fertilizzanti, proprio per mantenere l’olio naturale al 100%. In questo modo, anche le coltivazioni che a rotazione vengono alternate alla canapa, hanno il pregio di crescere su terreni sostenibili.

Perché il terreno è così importante?

Come abbiamo accennato, il terreno gioca un ruolo fondamentale nella coltivazione della canapa. La pianta, infatti, ha il pregio di assorbire elementi dal suolo molto più di quanto fanno altre coltivazioni, tanto che spesso viene utilizzata proprio per depurare un terreno prima di piantare ortaggi o alberi da frutto.

Ecco perché è importante accertarsi della derivazione delle piante prima di acquistare un olio di canapa e non fidarsi di prodotti in cui l’assenza di elementi nocivi non è certificata. Nel caso di Savita, non solo i terreni sono privi di metalli pesanti e altri composti nocivi, ma sono anche ricchi di selenio. Questo oligoelemento è importante per la salute e non solo. Infatti, grazie alle sue proprietà antiossidanti, è anche un ottimo conservante naturale che permette all’olio di non irrancidire e di mantenere tutte le caratteristiche nel tempo.

Come viene estratto l’olio di canapa

Un altro importante fattore da considerare nella scelta dell’olio di canapa è il metodo di estrazione. Molti produttori utilizzano solventi per semplificare il processo e renderlo più redditizio, mentre, nel caso di Savita, la lavorazione è completamente meccanica.

Inoltre, Savita ha scelto una lavorazione semintegrale del seme, che non depaupera l’olio delle sue caratteristiche benefiche. L’olio di canapa Savita non viene filtrato e la pulizia avviene per posa: si aspetta che la decantazione naturale delle particelle in sospensione avvenga naturalmente e che queste cadano da sole sul fondo. Ciò rende l’olio più “carico” di elementi benefici e gli conferisce un colore più scuro rispetto agli altri oli in commercio.

Omega 3 nell’integratore di olio di canapa: i benefici

Gli omega 3 sono acidi grassi essenziali polinsaturi che il corpo non è in grado di sintetizzare da altri elementi e per questo vanno assunti nella dieta attraverso alimenti che ne contengono. L’olio di canapa ne è provvisto e per questo è un ottimo integratore naturale.

Cosa sono gli omega 3?

Gli omega 3 nella classe nutrizionale sono dei lipidi e sono detti “polinsaturi” perché nella loro struttura sono presenti diversi doppi legami tra gli atomi di carbonio.

Il primo doppio legame lo troviamo proprio in corrispondenza del terzo atomo di carbonio, ecco perché vengono chiamati omega 3.

Questo gruppo comprende tre diverse molecole:

  1. Acido α-linolenico
  2. Acido eicosapentaenoico (EPA)
  3. Acido docosaenoico (DHA)

Vediamo perché gli omega 3 presenti nell’olio di canapa sono importanti per l’organismo e quali possono essere i benefici.

Olio di canapa per il viso: idrata senza ostruire i pori

Benefici degli omega3 per l’organismo

Gli omega 3 hanno diverse proprietà utili al corretto equilibrio dell’organismo e rendono l’olio di canapa un ottimo integratore:

  • Proprietà energetiche – Gli omega 3 forniscono 9 calorie/g (più del doppio rispetto a proteine e carboidrati) e possono essere conservati in forma di trigliceridi nelle cellule del tessuto adiposo, da cui, in caso di bisogno, il corpo riceve energia
  • Proprietà strutturali – Gli acidi grassi sono l’elemento principale delle membrane cellulari, danno protezione e sostegno agli organi e hanno un ruolo importante in tessuti altamente specializzati, come la mielina del tessuto nervoso
  • Proprietà funzionali: gli omega 3 e gli omega 6 sono precursori di importanti molecole, gli eicosanoidi. In particolare, mentre gli omega 3 favoriscono la produzione di eicosanoidi antinfiammatori, gli omega 6 possono indurre anche la produzione di eicosanoidi proinfiammatori. Ecco perché è importante che tra le due tipologie di acidi grassi vi sia sempre il giusto equilibrio.

Nell’olio di canapa, il rapporto tra omega 3 e omega 6 è di 3:1, ovvero 3 parti di omega 3 per ogni parte di omega 6. Questo rapporto è stato catalogato come ottimale dalla comunità medica perché favorisce il perfetto equilibrio tra antinfiammatori e proinfiammatori.

Gli omega 3 (antinfiammatori) nel rapporto di 3:1 con gli omega 6 (proinfiammatori) sono pertanto utili nel prevenire:

  • Malattie cardiovascolari – gli omega 3 riducono la pressione arteriosa, aggregazione piastrinica e trigliceridi e aumentano il colesterolo buono
  • Malattie infiammatorie – prevengono patologie come artrite reumatoide, morbo di Chron e colite ulcerosa
  • Malattie neurodegenerative – aiutano a combattere ansia, depressione e disturbi comportamentali
  • Deficit cognitivi – Gli omega 3 sono in grado di prevenire lo sviluppo cerebrale anomalo durante la gravidanza e aiutano in casi di patologie dello spettro autistico
  • Malattie autoimmuni – combattono i sintomi delle patologie autoimmuni (celiachia, dermatomiosite, morbo di Graves, tiroidite di Hashimoto, miastenia gravis, sclerosi multipla…)
  • Patologie dell’occhio – prevengono malattie dell’apparato visivo come la degenerazione maculare
  • Insonnia – aiutano chi soffre di insonnia cronica.

Insomma, si può ben dire che l’omega 3 è un elemento fondamentale per la salute!

Selenio nell’olio di canapa: i benefici

Un altro elemento importante per l’organismo è il selenio, presente nell’olio di canapa Savita. Vediamo nello specifico cos’è e perché fa bene alla salute.

Che cos’è il selenio?

Il selenio è un oligominerale micronutriente contenuto principalmente negli alimenti di origine animale (carni rosse, alcuni pesci, latticini) e in cereali, legumi, semi oleosi, frutti ed ortaggi, a seconda della concentrazione nel terreno. Nell’organismo umano, il selenio è presente in forma organica (selenocisteina o selenio-cisteina e selenometionina o selenio-metionina) e inorganica (seleniti e selenati). La maggior parte del selenio è concentrata nel fegato e nella ghiandola tiroide.

Olio di canapa e omega 3: il selenio e i suoi benefici sull'organismo

Benefici del selenio per la salute

Diverse sono le ragioni per cui il selenio è importante per la salute. All’interno delle nostre cellule il selenio consente un corretto funzionamento degli antiossidanti cellulari. Inoltre contribuisce ad altri importanti processi come la sintesi del DNA, il metabolismo degli ormoni tiroidei, la protezione da infezioni e il ciclo riproduttivo.

Alcuni studi hanno associato la sua assunzione a una riduzione del rischio di tumori, di declino cognitivo, di malattie cardiovascolari e di problemi alla tiroide.

Vediamo quali sono le principali patologie che può prevenire e alleviare:

  1. Patologie metaboliche – Grazie alla sua capacità di proteggere le membrane cellulari dall’ossidazione, il selenio può prevenire malattie metaboliche (gotta, ipoglicemia, diabete ecc.)
  2. Problemi legati alla tiroide – Il selenio è necessario alla trasformazione della tiroxina (T4) in triiodotironina (T3), e come tale svolge un ruolo di primo piano nel supportare la funzione tiroidea e prevenire la tiroidite
  3. Tiroidite di Hashimoto – Il selenio può inibire la malattia autoimmune tiroidite di Hashimoto, nella quale le cellule tiroidee vengono attaccate dal sistema immunitario perché identificate come estranee
  4. Intossicazione da metalli pesanti – Il selenio svolge un ruolo antagonista nei confronti dei metalli pesanti, come il mercurio, il cadmio e l’argento, ragion per cui può contribuire a ostacolare l’accumulo di questi contaminanti nocivi nell’organismo.

Il selenio, dunque, è un perfetto alleato per la nostra salute.

Omega 3 e selenio nell’olio di canapa Savita, alleati del benessere

L’olio di semi di canapa, ricco di omega 3 e selenio, può aiutare a prevenire e alleviare molte patologie, oltre a contribuire ad un corretto funzionamento dei processi antinfiammatori dell’organismo. Regolano la tiroide e il colesterolo e, insieme ad altri elementi presenti nell’integratore naturale a base di olio di canapa, prevengono patologie cardiovascolari, tumori e malattie metaboliche.

Olio di canapa per il viso: scopri i benefici per la tua pelle